Assemblea di Corsica
Facebook
Twitter
Instagram
YouTube

Assemblea di Corsica

Discorsu di a Presidente di l’Assemblea di Corsica di a sesisone di u 24 di nuvembre di u 2022


Discours de Marie-Antoinette Maupertuis*, Présidente de l'Assemblée de Corse, prononcé au cours de la session ordinaire du 24 novembre




Sgiò Presidente di l’esecutivu,
Signore è signori i cunsiglieri esecutivi,
Signore è signori i cunsiglieri di l’Assemblea di Corsica
Care tutte, cari tutti,
 
Oghje ùn sarraghju tantu longa chi mi site stati à sente parechje volte a settimana scorsa.
Mà vultendu da e Baleare è da Bruxelles induve eru per pè u cumitatu di i rughjoni, vogliu sparte incù voi a manera di fà a pulitica di sta ghjente. Un parlu micca di i so diritti custituziunale più alti chì i nostri, di l’istituzione è tutti l’arnesi ghjuridici chi li permettenu di mette in ballu e pulitiche pubbliche addatatte à e so specificità. Vi vogliu parlà propiu di a so manera di fà a pulitica…
The political conduct cume li dicenu l’anglosassoni…
 
À l’isule Baleare, induve aghju scontru u Presidente di u parlamentu è a Presidente di u guvernu, di sicuru cum’è in ogni locu, ci sò parechji partiti è ideulugie chi si cuntrastanu. Mà, u so scopu ghjè cumunu : difende e Baleare inde a singularità di e so isule, a so lingua (u catalanu), a so ecunumia (sopratuttu turistica). Pocu l’impremenu s’ella vene ghjente d’altrò. Ciò chi vale sò e cumpetenze. U capitale umanu. L’integrazione, acrescita è u prugressu… Arricurdatevi chi u Lehendakari dicia anch’ellu cusì. Lingua, ecunumia, integrazione… è fà spampillulà l’identità di u so populu per stu mondu…
Allora, sta ghjente, d’orizonti varii ma di scopu cumunu, si mette d’accunsentu trà elle, per difende l’interessi superiori di a so terra, di u so populu, ancu puru s’elle ci sò baruffe pulitiche.
 
In Bruxelles, ch’ellu sippia à u parlamentu aurupeu ò dinù à u cumitatu di e regione… Un travagliu tremende hè fattu à prò di a chjarificazione di u sistema puliticu è a pedagugia in giru à e pulitiche messe in ballu !
Si mette in ballu dinò a cunfarenza annantu à l’avvene di l’auropa, parechje arnesi di demucrazia diretta è participativa, tanti evenimenti per fà cunnosce è capì u travagliu di i deputati, di a cumissione, di u cunsigliu mà sopratuttu integrà i citadini in u prucessu di decizione.
Allora di pettu a ste sperienze, in quantu riguarda a nostra pratica, indè a nostra cullettività, noi à chi ne simu ?
Noi simu tutti d’accordu per difende “l’interessi materiali è murali di a Corsica è di u so populu”, articulu 1mu di u nostru rigulamentu internu. Travagliemu in cumissione per què, in cunferenza di i presidenti dinò, è po' dopu ?
Dopu ancu puru se no simu d’accordu caschemu spessu in la trappula di a pulitichella, induve ognunu cerca u so intaressu o quellu di u so partitu invecce di travaglià à l’interessu supranu… allora truvemu sempre à dì, è u populu ùn ci capisce piu nulla.
Noi simu d’accunsentu in l’emicicliu mà ci azzufemu à mumentu chè no simu fora. Perché chì senza azzuffu, mi pare, in Corsica ùn sapemu fà pulitica. E lasciate vene l’ora di trattà ducumenti strategichi cum’è u PADDUC par asempiu o altri affari.
Noi rendemu ogni mese un umaghju à i morti, parlemu di miseria, di malani, pronti à diffende à l’altri, mà ch’ellu ùn ci fussi nimu per parlà di sta zitella di 23 anni chi hè stata tomba da u so cumpagnu u 14 d’ottobre scorsu, qui in Aiacciu !
Noi avemu vulsutu un Assemblea di a ghjuventù, eppuru ghjè un crepacore di vede quantu l’eletti so pochi à seguità i so dibattiti propiu interessanti ! A nostra indiatura purtroppu hè à prò di a ghjuventù, è ci tocca à stà la à sente.
Aghju u piacè oghje di riceve in st’Assemblea, a classa di terza di u culleghju Maria De Peretti di purtivechju chì travaglia annantu à i lochi di puteri è di demucrazia.
Allora de volte eiu mi dumandu… se noi altri - eletti di stu populu - ùn averiamu u duvere di travaglià cambià a nostra manera di fà pulitica per sbuccà nant’à suluzione più custruttive, pìu intelligente, è mette in accordu e nostre faccende incu e nostre dichiarazione. E quessa indè l’interessu di i nostri figlioli cum’è l’avemu fatta a settimana scorsa durante u nostru dibattitu annantu à a mafia.
Chi … arricurdate vi ! Veneri scorsu, à ci hà detta un vechju militante è puliticu corsu, Dumenicu Bucchini : simu pochi, a terra hè cumprata da furesteri, a lingua sparisce, a miseria cresce quante e drogue è e malfate, a viulenza hè pronta à sbuccià…
Care è cari eletti, discitemu ci !
Duie timpeste sò passate st’ultimi mesi… Una pulitica è suciale, l’altra climatica è d’altre malurosamente affacheranu à u purtellu.
U nostru duveru hè di travaglià tutti inseme per truvà suluzione pulitiche è dà capu à ste difficultà. Incù u dibattitu demucraticu, senza metteci sempre d’accunsentu, mà incù a voglia di truvà almenu un cunsensu.
A sulidarità è a gestione di a crisa ùn sò sole in tempu di timpesta. Ghjè prima ch’ellu ci vole à riflette.
 
A ringrazià vi
 

* Seul le prononcé fait foi

Rédigé le Jeudi 24 Novembre 2022 modifié le Jeudi 24 Novembre 2022

              

La Présidente | Actualités de la Présidence | Rôle de la Présidente | Les discours - 2018/2021 | Histoire de la présidence | Les discours de la Présidente